Una falegnameria

Nel 2016 due bonus per l’acquisto di mobili

Confartigianato: “Più mobili di qualità nelle case grazie ai nuovi incentivi del Governo”

Più vendite di mobili in Italia nel 2016? Questo è l’auspicio di Confartigianato, ed in particolare del settore Legno Arredo, alla luce dei due bonus inseriti nel disegno di legge di stabilità.

“Il 2016 – spiega Leonardo Fabbroni presidente della Federazione Legno e Arredo di Confartigianato Arezzo – dovrebbe essere l’anno buono per la ripartenza dei consumi in questo settore. Ci saranno infatti due bonus per l’acquisto di mobili: quello ordinario fino a 10.000 euro vincolato a interventi di ristrutturazione edilizia, e il nuovo bonus per le giovani coppie Under 35 che potranno usufruire della detrazione fino al 50% per un ammontare complessivo di spesa destinato agli arredi della prima casa non superiore ai16 mila euro.
Una falegnameria
Una falegnameria
Entrambe le misure – continua Fabbroni sono contenute nel disegno di Legge di stabilità, che ha previsto 1 miliardo e 862 milioni di euro per rilanciare i consumi interni del legno-arredo un settore strategico della manifattura italiana, in cui operano circa 27.800 imprese, più della metà artigiane con oltre 51.000 addetti. Un settore che è stato fortemente penalizzato proprio dalla debolezza della domanda interna, che da gennaio ad agosto ha fatto registrare un nuovo calo dello 0,9% rispetto allo stesso periodo del 2014.  Consideriamo positivi questi provvedimenti – commenta Fabbroni –la speranza è che gli Italiani tornino a rivolgersi ai prodotti di qualità artigianali, invece di quelli proposti dai megastore o similari, che costano poco, ma non sono prodotti in Italia e la qualità non può certo competere con prodotti a misura di cliente”. 9 dicembre 2015, pubblicato da arezzonotizie.it