Lavorazione nel laboratorio

Bonus fiscali per ristrutturare, arredare, riqualificare

Sono diverse le agevolazioni che il Fisco concede a chi decide di intraprendere lavori in casa: il bonus del 50% per ristrutturazione, l'ecobonus del 65% per la riqualificazione energetica, il bonus mobili e il bonus giovani coppie per arredare. Per usufruirne al meglio, è bene conoscerli bene. Riepiloghiamo.

Scarica qui il PDF del Bonus Mobili 2016, redatto dall'Agenzia delle Entrate 

Chi decide di eseguire dei lavori in casa fino al 31 dicembre 2016 può godere delle agevolazioni fiscali, prorogate nella misura più alta dalla Legge di Stabilità 2016. Si tratta in particolare della detrazione Irpef al 50% per lavori di ristrutturazione edilizia e il connesso bonus mobili e della detrazione Irpef al 65% per gli interventi di riqualificazione energetica. Novità per chi invece acquista casa e fino al 31 dicembre di quest’anno potrà godere del nuovo bonus giovani coppie. Detrazione fiscale per interventi di ristrutturazione edilizia Chi intende eseguire interventi di ristrutturazione del proprio immobile può fruire della detrazione dall’Irpef nella misura pari al 50% delle spese sostenute per un importo massimo di spesa di 96mila per unità immobiliare. Gli interventi che permettono di fruire della detrazione al 50%  sono quelli di manutenzione ordinaria solo se eseguiti su parti comuni di edifici residenziali, di manutenzione  straordinaria, restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione. Il bonus mobili Chi esegue interventi di ristrutturazione della propria casa, per cui gode della detrazione Irpef al 50%, può fruire di un’altra agevolazione, il bonus mobili che consiste nella possibilità di detrarre dall’Irpef dovuta, nella misura pari al 50%, le spese sostenute per l’acquisto di mobili nuovi e grandi elettrodomestici, di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), finalizzati all’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione. Detrazione per interventi di risparmio energetico o ecobonus Chi invece intende eseguire sul proprio immobile lavori di riqualificazione energetica ha diritto a detrarre dall’Irpef dovuta il 65% delle spese sostenute per tali lavori. Gli interventi ammessi all’agevolazione sono quelli di riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento, miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre, comprensive di infissi ), installazione di pannelli solari, sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale, acquisto e posa in opera delle schermature solari e di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili e – come previsto dalla Legge di Stabilità 2016 – acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unità abitative. Bonus giovani coppie Fino al 31 dicembre 2016 può godere di una diversa agevolazione fiscale chi invece acquista casa. Si  tratta del cosiddetto bonus giovani coppie, riservato alle coppie che nel 2016 risultino coniugate o conviventi more uxorio da almeno tre anni (come risulta dallo stato di famiglia o tramite un’autocertificazione) di cui uno non abbia superato i 35 anni di età che acquistano un immobile da adibire a prima casa. L’acquisto di mobili nuovi (e non di grandi elettrodomestici) per arredare la nuova casa può essere detratto nella misura pari al 50%, dall’Irpef dovuta. Articolo da: CosediCasa.com

Commenti

  1. Questa è un’ottima opportunità per rinnovare casa e dare un taglio ai consumi energetici. Credo verrà utilizzata da molti!