La vendita di arredi supera l'abbigliamento.

Brand online: a luglio l’arredamento batte la moda.

ecommercemagazine - 25 agosto 2016

Stando ai dati di luglio dell’indice Bem Research, nel settore online l’arredamento, con tre brand nei primi dieci, batte quello dell’abbigliamento (che piazza due brand tra i primi dieci) e Ikea che conquista il titolo di miglior brand online tra i 210 marchi in possesso di un sito Internet in lingua italiana che compongono il panel. I risultati migliori il mese scorso sono stati raggiunti dalle società che si rivolgono direttamente al pubblico: Ikea, Zalando e Mondo Convenienza. Mentre in luglio la casa svedese ha raggiunto la vetta guadagnando ben tre posizioni, il precedente leader della classifica, Zalando, ne ha persa una, scivolando al secondo posto davanti a Mondo Convenienza, la prima società italiana in classifica. Al quarto posto della classifica generale si trova Intesa Sanpaolo, seguita da Toys Center e Divani&Divani. Al settimo posto, grazie a una scalata di ben otto posizioni negli ultimi 30 giorni, si colloca la Repubblica che precede, nell’ordine, Enel, Adidas ed Esselunga (leader in giugno) che chiudono il gruppo dei migliori dieci. Secondo BEM Research, il settore manifatturiero è il macrosettore economico che mostra la migliore performance online nel mese di riferimento: i 111 brand totalizzano in media 33,9 punti-indice. Più in generale, invece, l’andamento complessivo di tutti gli oltre 200 marchi cala di 1,3% in media. Le assicurazioni guidano come andamento di settore, ma positiva è anche la perfomance della grande distribuzione che segue subito dietro, e dalle società che producono mezzi di trasporto. La classifica dei migliori brand online, prodotta da BEM Research, è costruita sulla base di un indice, il BEM Rank, che considera 5 diversi parametri: 1) i brand maggiormente cercati su Google; 2) la visibilità dei siti web su parole chiavi ad alto traffico relative al settore di riferimento; 3) la velocità di caricamento delle pagine web; 4) l’usabilità dei siti web; 5) il grado di competizione online nel settore in cui l’azienda opera. Pubblicato: http://www.ecommercemagazine.it

Commenti

  1. Il futuro sarà delle multinazionali come Ikea, ma i sogni li realizzano solo gli artigiani e gli artisti.